Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Documenti delle Donne in Nero

2011 Altre attività delle Donne in Nero

Gennaio, febbraio, marzo 2011
Questo 2011 è iniziato con tante situazioni difficili: dall'attacco ai diritti di lavoratrici e lavoratori, alla repressione feroce in molti paesi, alla guerra in Libia. Ogni ultimo venerdì del mese ci ha viste, come da molti anni, in via Garibaldi angolo via XX Settembre, con i nostri cartelli, striscioni e volantini, per dire NON IN NOSTRO NOME.
Ecco i volantini degli ultimi tre mesi:
Lavoro, diritti, dignità (.doc, 47 Kb)
Per la libertà e la giustizia, contro la repressione e la pena di morte (.doc, 51 Kb)
Libia 2011: cent’anni dopo (.doc, 41 Kb).

Aprile e maggio 2011
“L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Ancora una volta l'articolo 11 della Costituzione è stato violato, e anche questo mese le Donne in Nero hanno manifestato contro la guerra, il 25 aprile e, come sempre, l'ultimo venerdì del mese.
Scarica i volantini: 25 aprile: mai più guerre (.doc, 36 Kb)
Libia: negoziati subito, non bombe! (.doc, 35 Kb)

A maggio ci occupiamo di referendum: 4 SI per l'acqua pubblica, contro il nucleare, contro l'impunità...
Scarica il volantino Referendum: perché Sì (.doc, 46 Kb)

Luglio 2011 - Per Srebrenica
L'otto luglio le Donne in Nero di Torino sono uscite, in nero e in silenzio, come al solito, per non dimenticare il massacro di Srebrenica; scarica il volantino (.doc, 36 Kb).

Settembre 2011 - Grandi manovre...
... sul nostro quotidiano e sul nostro futuro. Anche questo mese le Donne in Nero manifestano venerdì 30 settembre; protestiamo contro la manovra ingiusta del governo. Scarica il volantino (.doc, 36 Kb)

Ottobre 2011 - Per la laicità in Medio Oriente e Nord Africa
Abbiamo visto tutte e tutti le immagini dalla Libia “liberata” a colpi di bombe e di che cosa si preoccupa Mustafa Abdul-Jalil, presidente del Comitato di Transizione Nazionale? Della distribuzione dell'acqua? Della ricostruzione di case, strade, ospedali? Del latte per i bambini? No: il primo atto pubblico, il 23 ottobre 2011, è stato quello di dichiarare che in futuro le leggi libiche si baseranno sulla sharia, il codice islamico. Leggi il volantino distribuito il 28 ottobre dalle Donne in Nero(.doc, 35 Kb)
Il manifesto che potete scaricare qui in tre lingue (.doc, 66 Kb) è un appello (da firmare!) per opporsi a quanto annunciato dal Comitato di Transizione Nazionale. Ricordiamo che il laicismo è la precondizione minima per un paese libero, e per il riconoscimento dei diritti umani, in particolare delle donne. Firmate e diffondete!

Dicembre 2011 - L'alternativa c'è!
CI DICONO CHE A QUESTA MANOVRA NON C'È ALTERNATIVA...
Ci dicono che tutte e tutti noi (tranne i ricchi!) dobbiamo fare sacrifici pesanti per “salvare l'Italia”. Ma non siamo convinte, e ci facciamo qualche domanda, per esempio: Perché in questo momento di grave crisi economica non un euro è stato tolto al bilancio del Ministero della Difesa? Le Donne in Nero di Torino anche questo mese - l'ultimo di un anno difficile - saranno in via Garibaldi angolo via XX Settembre il 30 dicembre, dalle 18 alle 19. Leggi e scarica il volantino (.doc, 36 Kb).