Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Documenti di 30 anni di Casa

30 anni di Casa

QUESTIONI DEL FEMMINISMO DI OGGI

Care amiche,

per iniziare al meglio l’anno nuovo vi proponiamo

Questioni del femminismo di oggi:

 incontro con Marie-Jo Bonnet

La storica francese Marie-Jo Bonnet, autrice di importanti saggi che spaziano dalla storia lesbica a quella delle donne nella resistenza francese, nei suoi ultimi lavori affronta alcuni temi cruciali con cui il femminismo di oggi si confronta: matrimonio gay, tecnologie riproduttive e nuove mercificazioni delle donne.

Introduce Margherita Giacobino 

MARTEDI 9 GENNAIO 2018

ORE 18,30 

Sala incontri Caterina Ronco

Centro Láadan

Via Vanchiglia 3,  primo piano 

Marie-Jo Bonnetstorica e scrittrice, femminista della prima ora, è stata tra le fondatrici del Fhar (Front homosexuel d’action révolutionnaire) e del gruppo lesbico femminista Gouines Rouges. Si è occupata di storia del lesbismo nei costumi, nella letteratura e nell’arte, di storia del femminismo, e delle donne nella Resistenza francese e nei campi di concentramento.   Ha pubblicato, tra l’altro, Les relations amoureuses entre femmes - XVI-XX siècle (Odile Jacob, 1995), Les Deux Amies. Essai sur le couple de femmes dans l’art (Blanche, 2000), Qu’est-ce qu’une femme désire quand elle désire une femme? (Odile Jacob 2004), Histoire de l’emancipation des femmes (Ouest-France, 2012) Adieu les rebelles! (Flammarion-Cafè Voltaire, 2014), Plus forte que la mort. L’amitié féminine dans les camps (Ouest-France, 2015), Simone de Beauvoir et les femmes (Albin Michel, 2015). E’ autrice di articoli e riflessioni sul femminismo degli ultimi decenni e dei suoi rapporti con il movimento omosessuale, in particolare su tematiche quali il matrimonio e la procreazione. Il suo prossimo libro, in uscita nel marzo 2018, è Mon MLF (Albin Michel), sul movimento femminista francese. Sempre nel marzo 2018 è prevista l’uscita della raccolta di scritti su questioni di politica delle donne Desiderio e libertà (Il Dito e la Luna).

Margherita Giacobino,  torinese, scrittrice e traduttrice (ultimi suoi libri: Ritratto di famiglia con bambina grassa e Il prezzo del sogno, entrambi Mondadori) cura una collana di traduzioni per l'editrice Il Dito e La Luna (tra cui Sorella Outsider, scritti politici di Audre Lorde) e collabora con Aspirina rivista acetilsatirica online.

Per informazioni 011 8122519 -   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.     

 

Befanata 2018

Rieccoci, come ogni anno, con la voglia di festeggiare insieme il nostro capodanno.

Vi aspettiamo alla Casa delle Donne per la Befanata 2018 giovedì 18 gennaio alle ore 20,00: grande serata e cena per rincontrarci, per stare insieme, per festeggiare l’anno nuovo con allegria; seguirà la nostra lotteria per giocare, per aggiudicarci sempre un premio e finanziare i nostri progetti!!!

Il contributo che le cuoche chiederanno servirà, come sempre, a finanziare la nostra Casa. E’ gradita la prenotazione telefonica (011/8122519) o via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ecco la locandina (.pdf, 266Kb).

Si è spenta Aida Ribero

Care amiche
 
la sera del 22 novembre si è spenta Aida Ribero, da oltre 50 anni protagonista delle battaglie per i diritti delle donne.
 

“ La relazione e l’affidamento è un dato costitutivo del modo di procedere nel mondo delle donne: una forza che, per ciò che mi riguarda, mi autorizza a pensare, progettare, realizzare”. 

Così scrivera Aida Ribero, che si è spenta a Torino all’età di 82 anni, dopo una lunga malattia che non le ha mai impedito di continuare a impegnarsi a favore delle donne.

Docente, giornalista, saggista ha partecipato negli anni Sessanta alle lotte per i diritti civili e negli anni Settanta ha fatto parte dei primi gruppi di autocoscienza ispirati al pensiero di Carla Lonzi. 

Ha collaborato a La Stampa, La Repubblica, Noi Donne. Ha partecipato al Coordinamento Giornaliste del Piemonte, alla Casa delle Donne di Torino, al Gruppo di studio del Concorso Lingua Madre. Ha concorso a fondare il Coordinamento contro la Violenza, ha fondato il Telefono Rosa di Torino e il Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile di cui è stata presidente per otto anni e quindi anima ispiratrice di fini e di metodi. Proprio qui ha dato vita a tanti incontri, laboratori, convegni, progetti, prima fra tutte la collana “Donne del Piemonte” (Seb27) dedicata alla storia e all'attività culturale, sociale, artistica e sportiva delle donne nella regione. 

Altrettanto importante la sua produzione saggistica. A lei si deve la prima preziosa ricostruzione del femminismo degli anni Settanta con il volume “Una questione di libertà” (Rosemberg & Sellier, 1999), un quadro complessivo e unitario dove le immagini delle differenti correnti e posizioni all’interno del movimento trovano spazio e danno luogo a una sintesi inedita. Tra i suoi libri più noti, anche “Glossario. Lessico della differenza” (CRPO, 2007), “Procreare la vita, filosofare la morte. Maternità e femminismo” (Il Poligrafo, 2011). Profondo e suggestivo insieme di scrittura e immagini sono poi state le splendide mostre “Con forza e intelligenza” e “Dall’uguaglianza alla differenza”, dedicate al movimento femminile in Italia; così come “Il corpo imprigionato” sulle costrizioni e le violenze inferte alle donne nelle diverse epoche storiche, culture e paesi. 

Da non dimenticare l’impegno politico a fianco del compagno Pietro Chiodi, celebre filoso e partigiano (nel libro “Il partigiano Jonny”, Beppe Fenoglio si ispirò proprio a Chiodi per tratteggiare la figura del patriota Monti), e il lavoro svolto - dopo la sua morte prematura - per la divulgazione dell’opera di Chiodi su Heidegger e della sua figura di militante antifascista.

Nei libri di Aida Ribero, come lei stessa spiegava, si può leggere in controluce anche il percorso di una donna cresciuta nella profonda provincia piemontese (la famiglia era originaria di Caraglio) che grazie all’impegno politico (nel PCI, che lasciò dopo i fatti d’Ungheria) è sfuggita ad un ambiente ristretto, un po’ bigotto, privo di slanci ideali e che poi ha realizzato la sua autentica vocazione attraverso il femminismo, lottando per l’emancipazione, ma soprattutto la liberazione della donna. 

Profondo il suo desiderio di comunicare questa esperienza alle nuove generazioni.

“Temo la smemoratezza – scriveva Aida – e voglio che le mie figlie e le loro amiche sappiano perché e per chi sono così diverse dalle loro madri”.

Grazie Aida!

 

Esposizione Liceo Artistico "Passoni"

Nell’ambito di un’esperienza di alternanza scuola-lavoro con la Casa delle Donne di Torino, le studentesse e gli studenti della classe 5 E del Liceo Artistico “Aldo Passoni “ di Torino hanno realizzato delle opere pittoriche e ideato un'esposizione in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione delle  violenze sulle donne. 
Protagoniste delle opere sono donne che, attraverso la bellezza dell'arte, sono riuscite a superare le violenze subite.

Invitiamo tutte e tutti all'inaugurazione della mostra 70x70 
a cura delle studentesse e degli studenti della classe 5 E del Liceo Artistico “Aldo Passoni
SABATO 25 NOVEMBRE 2017 ORE 17
presso il Salone dell’Antico Macello di Po, Via Matteo Pescatore  7.  

Scarica  e diffondi la locandina.
La mostra sarà inoltre aperta al pubblico nei giorni di domenica 26 e lunedì 27 novembre dalle ore 16 alle 19

Per informazioni: Casa delle Donne tel. 011 8122519 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Altri articoli...

  1. Nuova stagione: invito all'opera!
  2. PER FARCI CAPIRE E PER FARCI SENTIRE
  3. RACCONTAR CANTANDO
  4. LA CASA SIAMO TUTTE
  5. INDIPENDENT ART FESTIVAL
  6. Mostra Laadan
  7. Inaugurazione Làadan
  8. Mostra d'arte Liceo Passoni e Làadan
  9. Inaugurazione Làadan. Centro culturale e sociale delle donne
  10. Invito all'opera 2017
  11. Un pensiero per Jo Cox
  12. UNA BELLA NOTIZIA
  13. Diritti traditi
  14. Perché andremo a votare
  15. Il "cadeau" del governo per l'8 marzo 2016!
  16. Invito all’opera 2016 ...
  17. BEFANATA 2016!!!
  18. A PROPOSITO DEI FATTI DI COLONIA
  19. 2015 - Corsi 2014/2015
  20. 2015 - 27 giugno Torino Pride
  21. 2015 - Per tutta la vita - proiezione film
  22. 2015 - Invito all'opera!
  23. 2015 - BEFANATA!
  24. 2014 - PRIDE !
  25. 2014 - La ragazza con la fisarmonica
  26. 2014 - SABATO 8 MARZO: IO DECIDO - MANIFESTIAMO TUTTE!
  27. 2014 - Laboratorio di Scrittura Creativa
  28. 2014 - Cosa non inventano le donne spagnole...
  29. 2014 - Invito all'opera
  30. 2014 - Per un 8 marzo europeo
  31. 2014 - Crediti, aule, patrocini ... a convegno Federvita
  32. 2014 - Lutti
  33. 2014 - Auguri e... Befanata!
  34. 2013 - Laboratorio di Scrittura Creativa
  35. 2013 - PerCorsi Pittorici sul Femminile
  36. 2013 - …da donna a… donne !
  37. 2013 - Pensieri su tela - Incontri di pittura al femminile
  38. 2013 - 25 novembre, No alla violenza contro le donne
  39. 2013 - I ricordi non si lavano
  40. 2013 - Sopravvivere alla “bestia”
  41. 2013 - Paestum, 4/5/6 ottobre: nuovo “incontro nazionale del femminismo”
  42. 2013 - DUE INCONTRI DI SCRITTURA CREATIVA
  43. 2013 - Ecuador: i custodi della terra
  44. 2013 - No alla violenza contro le donne: 28 maggio 2013
  45. 2013 - Adesione al Torino Pride 2013
  46. 2013 - COCA ROSSO SANGUE
  47. 2013 - Zapatos Rojos - Scarpe Rosse, contro il femminicidio
  48. 2013 - Per difendere il Valdese e una sanità pubblica per tutti/e
  49. 2013 - Befanata!!
  50. 2013 - "No More!", la Convenzione nazionale contro la violenza maschile sulle donne